Mercato del lavoro: al top il digitale

L’indagine LinkedIn Emerging Jobs Italia 2019 rivela la classifica delle figure professionali e delle competenze che registrano il tasso di crescita più elevato.
Nella classifica dei lavori emergenti in Italia, il Data Protection Officer, incaricato di proteggere i dati del personale e dell'azienda pubblica o privata, è la figura che negli ultimi quattro anni ha avuto la crescita più impetuosa, posizionandosi al primo posto. L'indagine è la prima nel suo genere per il nostro Paese, che prende in considerazione l’ultimo periodo (2015-2019). Secondo la ricerca del social network professionale, 7 posizioni su 10 sono chiaramente legate allo sviluppo di software e la gestione dei dati informatici in ambito business. 

In seconda posizione troviamo il Salesforce Consultant, al terzo posto il Big Data Developer. Al quarto, l'Artificial Intelligence Specialist, uno dei profili professionali più innovativi e con il tasso di maggior crescita in futuro. Nella Top 10 degli Emerging Jobs in Italia, la tecnologia la fa da padrona. Al quinto posto si posiziona il Bim (Building Information Modeling) Specialist, una figura tecnica altamente specializzata e deputata all'ottimizzazione di tutte le fasi che riguardano la progettazione, l'edificazione e la gestione della costruzione degli edifici per mezzo di un software. Segue al sesto posto, il Lending Officer, deputato a determinare e dettare le pratiche di prestito dell'istituto finanziario per il quale lavora. Al settimo posto figura il Warehouse Operative, ovvero il responsabile magazzino, un ruolo professionale che con la crescita costante dei servizi di e-commerce sta vivendo una vera e propria evoluzione delle mansioni e delle responsabilità. All'ottavo e al nono posto si posizionano altre due figure legate alle professioni Tech, strategiche per la crescita e il consolidamento del business aziendale, come il Data Scientist e il Cyber Security Specialist. Chiude la classifica il Customer Success Specialist, una nuova figura che si trova a lavorare in modo proattivo all'interno dell'azienda e con i clienti, al fine di ottenere una soluzione soddisfacente per tutti i soggetti coinvolti.

La ricerca LinkedIn Emerging Jobs Italia 2019 dimostra chiaramente quanto sia sempre più importante per i professionisti italiani avere un livello di preparazione adeguato in ambito tecnologico/STEM. Nonostante le digital skill siano sempre più ricercate nel mercato del lavoro, in questo campo i lavoratori italiani risultano ancora impreparati.  I recruiter italiani affermano che le competenze che mancano maggiormente ai professionisti italiani sono proprio le competenze in ambito tecnologico e di coding (36%); seguono le capacità di problem solving (31%), la creatività (30%), l’abilità di gestire i tempi di lavoro in maniera corretta (28%), le competenze nell’ambito del web design (28%), la capacità di collaborazione (27%) e il senso di leadership (26%). Inoltre, non ci sono abbastanza candidati con le giuste competenze digitali rispetto ai posti di lavoro disponibili. Questo elemento, considerando anche le prospettive dettate dalla Commissione Europea, conferma ancora di più come in Italia, ancora oggi, ci sia ancora molto da fare per raggiungere il traguardo, attraverso una corretta formazione. 

Fondirigenti è stato il primo fra i fondi interprofessionali a stanziare risorse specifiche per l’innovazione 4.0, per promuovere la crescita competitiva delle imprese e delle professionalità. Per realizzare questi obiettivi, molte delle iniziative strategiche promosse in collaborazione con Confindustria e Federmanager sul territorio, sono dedicate infatti alla crescita della cultura digitale e al Digital check delle aziende, per misurare il grado di innovazione e individuare le peculiarità del contesto italiano, trasferendo al management le giuste competenze per guidare le trasformazioni del prossimo futuro.

(fonte: Adnkronos/Labitalia)


Leggi anche:

news image

Grazie a Fondirigenti i dottorandi incontrano il mondo delle imprese

Riprendono i laboratori di E-Lab

Dopo la pausa estiva ripartono i laboratori di E-Lab, il progetto firmato Start Hub promosso da Fondirigenti in collaborazione con Assolombarda e ALDAI-Federmanager. L'obiettivo del progetto è far incontrare imprese, mondo accademico e Università in tre laboratori inter-ateneo per sperimentare in maniera innovativa il tema dell’imprenditorialità. 50 dottorandi e neodottori dell’area metropolitana milanese e oltre 20 manager di oltre 10 aziende del calibro di TISCALI, COCA COLA, ABB, NTT DATA, SONY, ORACLE, SAP ITALIA, AKKA, DHL, NOKIA, SORGENIA, PITAGORA, INTERCOS si sono incontrate nei mesi scorsi per capire insieme come rendere i giovani protagonisti del mondo dell’impresa.

09-09-2020
Leggi tutto
news image

Fondirigenti: “Nuove linee strategiche per il futuro delle imprese”

Ecco tutti i progetti in partenza

Sostenibilità, digitalizzazione, intelligenza artificiale, welfare, open Innovation. Sono i temi delle iniziative strategiche avviate per il 2020 da Fondirigenti sui grandi scenari e le nuove sfide che attendono il management. Comprendere i nuovi scenari in cui si muoveranno le imprese di domani e realizzare dei veri e propri ecosistemi dell’innovazione. Questo l’obiettivo delle iniziative strategiche di Fondirigenti, sviluppate in collaborazione con le associazioni di Confindustria e Federmanager, le Università e i Competence Centre. 

08-09-2020
Leggi tutto
news image

ITS e Università verso la filiera terziaria professionalizzante

Il webinar di Confindustria dedicato alla formazione

Confindustria lancia il suo nuovo webinar dedicato all’importanza della formazione professionalizzante e al rapporto tra giovani e impresa. L’incontro si terrà online il 9 settembre alle ore 9.00 e sarà un’occasione per riflettere sulla necessità di accrescere la collaborazione tra aziende, mondo della formazione professionale e centri di ricerca universitari. Alla discussione parteciperanno il ministro dell’Università e della ricerca Gaetano Manfredi e il Vice Presidente di Confindustria per il Capitale Umano Giovanni Brugnoli. A seguire interverranno Andrea Martone, Docente presso l’Università Professionale della Svizzera Italiana e l’Università Cattaneo, e Stefano Manzocchi, direttore del Centro Studi di Confindustria e docente dell’Università Luiss Guido Carli.

04-09-2020
Leggi tutto